Il Bausu di Veravo

 

 6 Vie Nuove 2017

 

by Marco Pukli & Matteo Felanda & Co.

 

 

Galleria fotografica delle nuove vie

 

 

Sei nuove linee su roccia spettacolare, facili e al sole, con la base comoda e gli uccellini che cinguettano.

 

 

Nome

Sviluppo

Difficoltà

 

Note

 

 

By

1

 

Amo Banzai

 

25 m

6a+

Varia e divertente su roccia molto bella.

 

Pukli, Felanda, Mao.

 

2

 

Eustress

27 m

7a

 

Un tettuccio, una placca grigia e un muro rosso nella prima parte; poi, un bel passo duro ed una sequenza su roccia scolpita.

Prima RP: Marco Pukli, Matteo Felanda.

 

 

Pukli, Felanda, Mao.

 

3

 

Severi al bar

20 m

6a

Arrampicata divertente su roccia molto bella.

 

Pukli, Felanda.

4

Falconi di Romagna

20 m

6a

Arrampicata su roccia articolata seguita da un muro rosso fessurato.

 

Pukli, Felanda.

 

5

Mati et Ceres

33 m

7a

Bella linea; arrampicata lunga e complessa su roccia assai varia.

Prima RP: Matteo Felanda

 

Felanda, Barantani.

 

6

?

15 m

?

Via da terminare; lavori in corso.

 

 

7

Poco social

20 m

6b

A destra di “Pensiero stupendo”.

Roccia particolarmente bella e movimenti molto interessanti.

 

Pukli, Felanda

 

 

Inoltre:

 

1) Fatto un lavoretto ai “Malavoglia”: “Week End” (33 metri, 6c), ovvero il primo tiro di “Un tranquillo week end di paura” con prosecuzione sul secondo tiro di “Claudio e Angela”. Cambiata la sosta di calata (quella che c’era era messa in un posto assurdo) e aggiunto il solito chiodo in partenza. Molto bello.

 

 

 

2) Aggiunto un chiodo in partenza su “400 giorni dopo”, bel 7a al Bausu Centrale. Questo intervento presenta almeno tre aspetti positivi e uno negativo. quelli positivi sono: così non si rischia più di spezzarsi la spina dorsale o le gambe andando a mettere il primo chiodo. Da solo, ciò è per me sufficiente a giustificare il lavoro. Altro aspetto è che, cadendo tra il primo e il secondo chiodo, non ci si prende più la corda tra le palle, poiché questa resta “fuori traiettoria” in caso di caduta. Anche questo aspetto è molto interessante. Infine, non si affronta più il paso chiave della via direttamente sul primo chiodo, ma con la corda già passata in due rinvii, con tutti i benefici del caso, L’aspetto negativo invece è che il primo chiodi risulta un po’ scomodo da smoschettonare dopo aver fatto la via; in pratica, togliere l’ultimo chiodo scendendo ora è ben più scomodo di prima.

 

3) Intervento sulla via Krestina(6c). Aggiunti due chiodi in partenza e sistemata la sosta. Rimarchevole la linea perfettamente sullo spigolo di questa via fino ad oggi assai poco frequentata.

 

 

 

 

Parecchio materiale utilizzato per la chiodatura di queste vie è stato offerto dall’Associazione “Roc Pennavaire” (di cui Matteodiprale è uno dei Boss).

 

 

 

 

 


Attenzione:

 

 

Parking per il Bausu di Veravo solamente presso il piazzale della chiesa di Veravo o a Vesallo

 

Campeggio consentito solo nelle aree attrezzate

Rispettare le proprietà private e le strade riservate

Non accendere fuochi

 

Rischio di divieto di arrampicata in caso di trasgressione di queste regole

 


Caution:

 

Parking for Bausu di Veravo only near Veravo or Vesallo

Camping allowed only in the equipped areas

Respect private property and private roads
Do not turn on fires - Danger of fire

 

Risk of ”ban on climbing” in case of violation of these rules

 

 

 

 

 

Selezione vie “3 stellette” al Bausu Centrale

 

Galleria fotografica delle nuove vie

 

Home